Grillismo, sessismo e sinistrismo

Perchè lo sta facendo?
E se fosse una trappola?
L'insulto a sfondo sessuale di un deputato grillino a deputate pd ha provocato un forte e motivato sdegno.
Un giorno dopo, Grillo ha ribattuto e con grande energia, lo stesso tasto sessista, alludendo a concetti vergognosi e irriferibili in relazione alla presidente della Camera.
E si è giustamente scatenato il putiferio.
Da parte di chi?
Piu' o meno degli stessi che si erano sentiti molto offesi per lo sfondo sessista il giorno prima. I quali hanno iniziati a gridare a gran voce, attaccando con legittima ferocia il m5s che, ora, fa la parte della vittima del (pur attivissimo) regime.
Perchè l'ha fatto?
Si deve assumere che Grillo non è un fesso, e che in passato è stato sottovalutato ampiamente. Mentre tutti si dividevano gli incarichi al governo, il 25% degli italiani lo votava (memo).
Anche i comici ragionano razionalmente, e lui può dispiacere e dispiace, fin'ora l'ha fatto.
Ebbene; una parte degli italiani, permeata di una data cultura, è molto sensibile a questo tipo di argomenti, e dopo un primo forse incidentale avvenimento, Grillo ha deciso di ribatterli violentemente. Pare vi sia, tuttavia, una altra parte degli italiani, a cui questo tipo di argomenti, nostro malgrado, non interessa affatto, e sono effettivamente meno sensibili a temi quali l'allusione sessuale, l'insulto sessuale, le abitudini sessuali, la parità di genere, la stessa dignità di genere.
Non deve essere una parte minoritaria, dato che Silvio ha imperversato per anni con barzellette da taverna, segretarie disinvolte, festini e cose varie.
E mentre la parte sensibile gridava furiosa, gli altri non si scandalizzavano per nulla e, anzi, plaudevano gaudenti.
Temo fossero la maggioranza degli italiani.

Ergo: e se fosse una trappola?
Nel qual caso grillo avrebbe vellicato la pancia a un vago ma ampio settore della società italiana.
Lo avrebbe fatto insultando con un insulto che essi non percepiscono cosi' grave.
Noi avremmo reagito con violenza (motivata) ma, agli occhi loro, immotivata ed esagerata.
Allora essi starebbero, proprio in questo momento, percependo i grillini effettivamente come vittime della arroganza e della prepotenza. E la presidente della Camera starebbe effettivamente facendo la figura della antipatica e, addirittura, quando sostiene che ogni stupratore a parole è un possibile stupratore nei fatti, starebbe irrigidendo, anzi “offendendo” persone che non si sentono per nulla stupratori, perchè osservano il mondo con occhi diversi, sbagliati, ma tant'è.

E se fosse una trappola, ci saremmo cascati?
Impossibile sapere se è una trappola.
Ma dopo venti anni a considerare l'avversario un fesso, e perdere, forse sarebbbe il caso di cominciare a ragionare con maggiore freddezza non sulla soddisfazione che da strillare contro dei farabutti, ma sugli effetti che si producono in relazione allo scopo che si vuole ottenere.
Fosse anche, come è, fermamente è, una società senza insulti e logiche e culture sessiste.
Culture spregevoli, davvero spregevoli.

  • Bookmark at
  • Bookmark "Grillismo, sessismo e sinistrismo" at Google
  • Bookmark "Grillismo, sessismo e sinistrismo" at Live Bookmarks
  • Bookmark "Grillismo, sessismo e sinistrismo" at Facebook
  • Bookmark "Grillismo, sessismo e sinistrismo" at Yahoo! Bookmarks
  • Bookmark "Grillismo, sessismo e sinistrismo" at Twitter
blog/grillismo_sessismo_e_sinistrismo.txt · Ultima modifica: 2014/02/03 11:31 da mattia